Migliaccio ai mirtilli sciroppati.


Il migliaccio deve il suo nome al miglio utilizzato anticamente per alcune preparazioni appartenenti alla cucina povera,ma nel suo impasto vede la presenza del semolino.”l suo gusto ricorda quello della pastiera napoletana per il profumo di millefiori”
Il migliaccio è un dolce della tradizione,che si prepara nelle feste di Carnevale .
In questa ricetta ho voluto aggiungere agli ingredienti classici,i mirtilli sciroppati dell’azienda Visjam i cui ingredienti sono del tutto naturali e senza conservanti.

Migliaccio con mirtilli sciroppati

Ingredienti

1 litro latte scemato
250 gr di semolino
250 gr di ricotta fresca  vaccina
3 uova
buccia  edibile di 1 limone
1 fialetta di aroma millefiori
100 gr di olio evo
250 gr. di zucchero di canna grezzo

Mirtilli sciroppati http://www.visjam.com/home/prodotti/specialita/frutta-sciroppata/mirtillo.html
cuoricini colorati smarties
zucchero a velo per guarnire

Procedimento

Mettere il latte d in una pentola,appena raggiunge il bollore abbassare la fiamma e unire poco alla volta il semolino mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, facendo attenzione a non formare i grumi,rimestiamo ancora per cinque minuti.
Trasferire il composto nella planetaria, lasciare raffreddare,dopodiche unire lo zucchero e l’olio, amalgamare per bene.


A questo punto unire le uova,la buccia di limone, l’aroma millefiori,la ricotta,
Mescolare finchè diventa un composto omogeneo.
Oleare e infarinare uno stampo da 26 cm, versare la metà del composto.

e sopra i mirtilli (vedi foto)Quando avrai finito,aggiungi il rimanente composto,livella e aggiungi lo sciroppo e i mrtilli qua e la.

Cuocere in forno preriscaldato a 150°C per 1 ora e 15 minuti,Deve asciugare e dorare.

Precedente Plumcake alle carote, albumi,yogurt e cocco Successivo Risotto ai peperoni e chenelle di Crescenza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.