Ciambelle glassate pugliesi

La glassatura di zucchero nel nord barese viene chiamata
(in dialetto”C-lepp”).Una ricetta originale di questi taralli dolci non è affatto facile da trovare.Per essere sicura che la ricetta fosse “originale” mi sono rivolta ad una mia conoscente di ottant’anni che mi ha dato la sua versione.Devo dire che il sapore e la fragranza di queste ciambelline è davvero unico che mi riporta indietro alla mia infanzia.

  • 600 gr farina del tipo 2
  • 100 gr olio di oliva
  • 140 gr latte
  • 200 gr di zucchero
  • 4 tuorli di uovo
  • 2 cucchiai di ammoniaca
  • buccia di due limoni

Procedimento
Versate nella planetaria tutti gli ingredienti e impastate fino a che si è formato un impasto compatto e asciutto.
Dividete l’impasto in palline da 100 grammi l’una.


formate i taralli di grandezza media, anche perchè l’impasto tende di raddoppiare.
Cuocete i taralli a 180°C per 13-15 minuti.

Per la glassa:

  • 2 albumi
  • 400 gr di zucchero a velo
  • 8 gocce di succo di limone

Montate con un frullino o con un frullatore i 2 albumi con
lo zucchero a velo aggiungendo poco per volta il succo di limone.
La glassa deve risultare molto densa.
A questo punto intingete le ciambelline e adagiatele su di una placca foderata con carta forno.Infine cospargete le ciambelline con codette e diavolini.

Lasciate asciugare per un ora,il tempo necessario per poi maneggiarle senza rovinare la glassa.
Alla prossima ricetta!
Enjoy con Lucy!

Precedente Melanzane con granella di mandorle Successivo Pavesini bicolore con farcitura alla nutella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.